Gabriella Airaldi

«l’Italia chiamò»

Goffredo Mameli poeta e guerriero

Versione ebook

Il poeta guerriero e la costruzione dell’identità nazionale.

Un libro che, attraverso una scrittura biografica, cerca di rivivere la stagione risorgimentale senza cadere in facili miti e nei luoghi comuni del patriottismo. Suddiviso in quattro sezioni, nella prima si analizzano il contesto familiare di Goffredo Mameli e l’ambiente della sua crescita; si tratta di fattori assai importanti considerando le forti personalità che vi agiscono.

La seconda parte è dedicata alla formazione di Mameli fino alla giovinezza, alla sua maturazione intellettuale e politica con l’essenziale punto di riferimento nel pensiero e nell’azione di Giuseppe Mazzini. Da questo intenso incontro nasce la stesura dell’Inno.

La terza sezione del libro esamina l’azione intellettuale e politica di Mameli, il suo impegno attivo pronto allo scontro, da Genova alle Cinque Giornate di Milano, fino alle esperienze in Toscana  e nella Prima Guerra d’Indipendenza.

La Questione Romana, la nascita della Repubblica Romana, l’insurrezione e la strage di Genova, le battaglie combattute fino alla morte e la successiva caduta della Repubblica Romana sono lo sfondo storico della pur breve ma straordinaria parabola di vita di Goffredo Mameli, erede del programma mazziniano.

Il capitolo conclusivo “La gloria del maestro” intende sottolineare la novità di una biografia connotata finalmente dal desiderio di prefigurare nell’Inno l’azione di un popolo.

 

Gabriella Airaldi

Gabriella Airaldi è specialista di Storia mediterranea e di Storia delle relazioni internazionali e ha insegnato Storia medievale all’Università di Genova.
Tra le sue piú recenti pubblicazioni si segnalano Breve storia di Genova (Pisa 2012); Colombo. Un uomo tra i due mondi (Napoli 2014); Gli orizzonti aperti del Medioevo. Jacopo da Varagine tra santi e mercanti (Genova 2017).