Erasmo Da Rotterdam

Pace e guerra

12,00

l dibattito attuale sul problema della pace può trovare elementi di profonda riflessione in un pensatore di statura europea come Erasmo da Rotterdam, quando il grande umanista scrive sulla guerra. In modo costante Erasmo, fin dalla giovinezza, ha riflettuto sulla pace, dalla prima opera scritta all’età di vent’anni fino all’ultima. La necessità della concordia e dell’armonia tra le nazioni, tra le parti di uno Stato e soprattutto nei cuori stessi degli uomini è la base della pace, come annotavano già i classici greci e latini. Da pensatore consapevole e attento, non gli sfugge la riflessione sulla necessità della guerra, unicamente di difesa, che va praticata soltanto dopo aver esperito tutte le possibilità di ottenere con ogni mezzo la pace. In questa pubblicazione sono presentate, accanto al noto Lamento per la pace, altre tre opere di Erasmo, quasi sconosciute al pubblico italiano, due dedicate alla pace – Oratio de pace et discordia contra factiosos e Precatio pro pace Ecclesiae – e una, la Utilissima consultatio de bello Turcis inferendo, dedicata alla guerra, con un interessante Erasmo intento ad ammonire chi si appresta alla guerra di difesa alla riflessione sulle responsabilità e gli errori che hanno generato la discordia. I testi sono tutti in italiano, con ampio commento in nota.