Napoleone

Le guerre di Cesare

10,00

In questo volume (titolo originale Précis des guerres de César) Napoleone detta al fedele Marchand la ricostruzione storica, politica e militare della Roma di Giulio Cesare dalla guerra gallica fino al confronto finale con i suoi assassini, riassumendo i principali eventi per aggiungere le proprie osservazioni tecniche militari e politiche. In tal modo l’Empereur in esilio riflette sull’Imperator vittima di una congiura; entrambi hanno raggiunto l’apice del potere per poi essere sconfitti dalla storia, ma con la differenza — segnalata da Canfora nella sua acuta Introduzione — che l’uno era il rampollo di una nobile famiglia, mentre l’altro aveva avuto umili natali. La campagna di Gallia rappresenta il primo momento di identificazione di Napoleone con Giulio Cesare: è l’episodio che prepara la strada alla conquista del successo e Bonaparte lo associa alla sua campagna in Italia. Il volume è introdotto da una drammatica e commovente nota di Marchand con la descrizione della morte di Napoleone e il racconto degli ultimi giorni e delle ultime disposizioni dell’Imperatore.