John H. Elliott

Il miraggio dell'impero. Olivares e la Spagna: dall'apogeo al declino

90,00

Esaurito

Ambizioso, astuto, autoritario, don Gaspar de Guzmán – noto ai contemporanei come il Conte Duca di Olivares (1587-1645) – entrò a far parte del Consiglio di Stato spagnolo a soli 35 anni, e in breve tempo riuscì a instaurare un vero e proprio “regime”, della durata di oltre vent’anni. Ma egli si trovò a guidare i destini della Spagna in uno dei momenti più critici della sua storia, quando essa, prostrata dalle continue guerre che ne dissanguavano senza tregua le sempre più esauste risorse, dovette alla fine rassegnarsi alla perdita del suo ruolo egemone in Europa e fuori, a vantaggio di altre potenze emergenti: Inghilterra, Francia, Olanda. Nonostante tutti i suoi sforzi, Olivares non riuscì a salvare la Spagna dal declino, e ne pagò le conseguenze: allontanato dalla corte nel 1643, si ritirò, solo e malato, in una piccola proprietà di campagna, dove visse ancora due anni, per spegnersi infine il 22 luglio 1645.
Utilizzando una massa imponente di documenti e di fonti (manoscritte e a stampa), spesso inediti o poco noti, John H. Elliott – Professore di Storia moderna all’Università di Oxford – ricostruisce puntualmente, anno per anno, le vicende che hanno scandito il lungo “ministero” di don Gaspar, realizzando così non solo la prima, eccellente biografia di Olivares, ma anche uno studio approfondito delle cause storiche e politiche che condussero al tramonto della potenza spagnola e al naufragio del sogno – o miraggio – dell’Impero universale spagnolo vagheggiato dal Conte Duca e da Filippo IV.
Vincitrice del «Wolfson Literary Award for History»1986, quest’opera unisce al rigore scientifico il fascino di uno stile limpido e scorrevole, così da risultare – scrive Giuseppe Galasso nella sua Introduzione – «un grande libro della storiografia europea di oggi sul secolo XVII» .