Ludwig Hagemann

Cristianesimo contro Islam

13,00

Cristianesimo e Islam, ovvero, come recita il sottotitolo di questo importante saggio di Ludwig Hagemann, «una storia di rapporti falliti»: una storia millenaria – qui ripercorsa nelle sue varie stazioni – , fatta spesso di scambi culturali, ma più spesso di guerre, massacri, campagne militari, conquiste e riconquiste.
Entrambe le religioni – nonostante le affinità che le legano – hanno inteso confrontarsi con la “rivale” per imporre la propria supremazia in campo ideologico, militare, politico e culturale. L’intolleranza, specialmente in un tragico passato, ha regolato brutalmente i rapporti tra cristiani e musulmani, convinti assertori, entrambi, di una “verità” ritenuta unica e del tutto inconciliabile con altre posizioni. Da qui, e su ambedue i versanti, la proclamazione della “guerra santa” contro l’infedele, che – nella cultura occidentale – ha nutrito un filone letterario fiorentissimo quale quello delle chansons de geste. Oggi, la questione è ancora ben lontana dall’essere risolta: in un’epoca di rapide trasformazioni e di nuove migrazioni, in cui ci troviamo a fare i conti con una società sempre più multietnica, il problema dei rapporti tra cristianesimo e islamismo è quanto mai di scottante attualità e riguarda da vicino ognuno di noi.
Questo libro, invitando alla tolleranza, esorta ad avvicinare la realtà islamica senza pregiudizi, nella convinzione che una pacifica e fruttuosa convivenza possa passare solo attraverso la conoscenza reciproca: ovvero, come scrive Franco Cardini nella sua Presentazione, attraverso «la forte coscienza della propria irrinunziabile identità», indispensabile presupposto per il rispetto di quelle altrui.