Giorgio Fulco

La «meravigliosa» passione. Studi sul barocco tra letteratura e arte

50,00

Il volume raccoglie gli scritti più significativi del compianto Giorgio Fulco ed esce sotto gli auspici del Dipartimento di Filologia moderna dell’Università degli Studi di Napoli «Federico II» per ricordare e onorare la memoria dell’illustre studioso, a un anno dall’improvvisa scomparsa.
Le pagine di questo volume testimoniano il poliedrico impegno di Fulco, che, tra archivi e biblioteche, dedicò gran parte della sua vicenda umana alla difficile ricerca intorno alla produzione barocca e intendono ricordare la “meravigliosa” passione da cui era animato, indirizzata non solo al prodotto letterario tout court, ma anche alla produzione figurativa, e la sua capacità di coniugare le ricerche dell’uno e dell’altro versante in risultati di vigoroso spessore critico. Al centro dell’opera ci sono naturalmente Martino e l’Adone, ma non soltanto: è in realtà l’intera cultura barocca a essere scandagliata anche in autori e opere talora illustrati per la prima volta, sottratti così a secoli di spesso ingiustificato oblio.
La raccolta consente non solo di percorrere in modo originale una stagione letteraria che appare, proprio alla luce dei contributi qui presentati, ancora piena di sorprese e di novità: ma mostra anche la ricchezza di un metodo, fondato sulla puntigliosa esplorazione di ogni dato che aiuti a ricostruire la “meravigliosa” complessità della stagione culturale in esame.

Giorgio Fulco ha insegnato prima Filologia italiana, poi Letteratura italiana nell’Università di Napoli «Federico II». Esperto e raffinato conoscitore del Barocco, ha pubblicato moltissimi saggi sull’argomento, ora in buona parte raccolti nel presente volume. Per la Salerno Editrice ha curato l’edizione de La lucerna di Francesco Pona (1973) e ha collaborato, con due densi capitoli su Marino e sulla letteratura dialettale napoletana, al volume riservato al Seicento nella Storia della Letteratura italiana diretta da Enrico Malato.