Fritz Graf

Introduzione alla filologia latina

125,00

Inserendosi nel quadro della prestigiosa tradizione tedesca ed europea di studi sull’antichità, questa Introduzione alla filologia latina fornisce le basi per studiare e insegnare questa disciplina. Si affianca quindi, quale naturale completamento, allo Spazio letterario di Roma antica costituendone il sesto volume. Al centro della trattazione si trova la letteratura di Roma, dalle sue prime attestazioni in epoca arcaica, fino alle esperienze, in lingua neolatina, d’epoca moderna. Questo nodo centrale è coronato dalle altre discipline: dalla storia della filologia e dell’istruzione a Roma, fino all’archeologia, all’epigrafia e alla numismatica, attraverso la storia, la letteratura, il diritto, la religione e la filosofia, sia pagane che cristiane.

Questa Introduzione alla filologia latina (titolo originale: Einleitung in die lateinische Philologie) ha richiesto anni di lavoro e l’impegno di studiosi di livello internazionale, anche italiani come Gian Biagio Conte di Pisa e Sandro Boldrini di Urbino. Basta scorrere l’indice per rendersi conto dell’ampiezza del lavoro svolto: nove ampie sezioni, ciascuna orientata a offrire – nell’ambito delle diverse aree tematiche – un’informazione puntuale e sistematica, con tutte le necessarie aperture verso il Medioevo, il Rinascimento e l’età moderna. L’edizione italiana arricchisce quella originaria per gli interventi di rifinitura e completamento e i preziosi aggiornamenti bibliografici, che fanno di quest’opera un sussidio indispensabile per gli studenti di cultura classica, ma si presenta anche come una guida affidabile per l’insegnante e lo studioso. A quest’opera si affiancherà una Introduzione alla filologia greca, di prossima pubblicazione.