Claudio Gigante

Esperienze di filologia cinquecentesca

22,00

Protagonisti di questo volume sono sei autori di varia grandezza del Cinquecento italiano: Leonardo Salvati, Jacopo Mazzoni, Gian Giorgio Trissino, Tommaso Costo, Pietro Angeli da Barga (noto come «il Bargeo») e Torquato Tasso. 
I primi quattro capitoli sono dedicati all’inedito commento di Salviati alla Poetica aristotelica, ai fondamenti per un’edizione critica della Difesa della ‘Commedia’ dantesca di Mazzoni, alla genesi e alla struttura della poesia epica di Trissino, di Costo e del Bargeo. La seconda parte del libro è un contributo alla definizione della storia testuale del Messaggiero, della Gerusalemme conquistata, del Giudicio sulla medesima. 
La sezione tassesca riguarda tre manoscritti autografi (quello del dialogo Il Messaggiero fu rinvenuto nel 1999 proprio da Gigante in Svizzera), le parti su Salviati e Mazzoni sono incentrate su rispettivi idiografi. Nel caso della Conquistata del Tasso, il cui autografo conserva un testo prossimo alla stesura definitiva, la ricerca è stata volta a ricomporre il complicato dossier génétique. Frutto di una lunga e appassionata ricerca, il libro propone un originale percorso attraverso le “officine” letterarie di alcuni fra i protagonisti della grande stagione letteraria cinquecentesca.

Claudio Gigante

Claudio Gigante (Napoli 1972) lavora presso il Dipartimento di Filologia moderna dell’Università di Napoli «Federico II».