«Avvenire» del 27/05/2006