Antonio Manetti

Vita di Filippo Brunelleschi

8,00

Esaurito

Architetto, poeta, prosatore, fine esegeta di ardue opere scientifiche e letterarie, Antonio Manetti (1423-1497) fu tra i più fervidi estimatori delle teorie estetiche di Filippo Brunelleschi (1377-1446), conosciuto direttamente e ammirato al punto da volerne stendere, in età ormai matura (si presume tra il 1482 e il 1489), la presente biografia.
Il documento, redatto in una prosa vivace e nitida, riveste particolare rilievo storico e documentario per la notevole messe di dati che mette a disposizione del lettore. Registra innanzitutto una ricca serie di particolari biografici in gran parte inediti sulla vita del celebre architetto, del quale il Manetti è attento a mettere in evidenza anche le doti caratteriali (tra cui spicca l’inclinazione burlesca e umorale); si fa eco poi delle furiose polemiche in corso nell’ambiente artistico fiorentino, dove l’ardita pratica costruttiva del Brunelleschi – capace tra l’altro di edificare la cupola di Santa Maria del Fiore senza armature – veniva da molti osteggiata, quando non apertamente schernita (come fece anche Leon Battista Alberti, meritandosi i pungenti strali del Manetti); fornisce infine numerose e preziose informazioni sulla vita culturale e sociale della Firenze medicea, allora in piena fioritura rinascimentale.
Ingegno versatile, dedito proficuamente alle più diverse discipline (pittura, architettura, meccanica, poesia), Filippo Brunelleschi riceve in queste pagine un omaggio caloroso, ma equilibrato, che ne disegna un ritratto a tutto tondo e ne illustra potentemente il singolare spessore umano e scientifico.