Pasquale Stoppelli

Machiavelli e la novella di Belfagor. Saggio di filologia attributiva

14,00

La Favola di Belfagor arcidiavolo, conosciuta anche come Il demonio che prese moglie, è l’unica novella di Niccolò Machiavelli a noi nota, variazione sul tema d’ascendenza medievale della “cattiva natura” delle donne. Il presente saggio del filologo Pasquale Stoppelli ne mette in dubbio per la prima volta l’originalità, dimostrando che essa fu in realtà la riscrittura di una novella spicciolata ora perduta. Ne risulta un ridimensionamento dell’impegno di Machiavelli e della Favola – scritta forse come un esperimento, uno svago – nonché la revisione della sua datazione. Lo studio si è avvalso della più moderna tecnologia informatica a disposizione della ricerca filologica, fondando la sua argomentazione su un vastissimo riscontro condotto sull’intero corpus machiavelliano, oltreché sul Decameron e altre opere dal Trecento al Cinquecento.

Pasquale Stoppelli

Pasquale Stoppelli insegna Filologia della letteratura italiana presso l’Università “Sapienza” di Roma. Per la Salerno Editrice ha pubblicato Machiavelli e la novella di Belfagor. Saggio di filologia attributiva (2007) e Dante e la paternità del Fiore, 2011.