Giovanni Polara

Leggere i classici oggi

4,99

Svuota
Versione cartacea

Le epoche che dubitano dell’utilità dei classici sono quelle che non hanno domande da porre, perché hanno perso le curiosità e il desiderio di cambiare. Società immature per assumere iniziative che portino a radicali cambiamenti o troppo rassegnate per sentirsi ancora protagoniste del loro destino, convinte che il nuovo potrà venire solo dall’esterno, da una conquista militare, economica o culturale; al contrario, mai c’è stato tanto interesse per il classico e per l’antico come nelle epoche di grandi evoluzioni e rivoluzioni. Quando c’è stasi, arretramento di economia e civiltà si teorizza l’inutilità del passato per esorcizzare l’incapacità di immaginare un futuro.

Giovanni Polara

Giovanni Polara, ordinario di Letteratura latina nell’Università Federico II, ha insegnato anche ad Arcavacata. È stato componente del Consiglio Universitario Nazionale. Editore di testi latini, ha studiato in particolare gli autori della tarda antichità