Nikolaj Gogol’

La mantella

7,00

Esaurito

Pubblicato nel 1842, è questo uno dei più importanti e significativi racconti di Gogol’, nonché uno dei più tradotti in tutto il mondo. In Italia, Šinel’ – questo il titolo originale – ha conosciuto una fortuna non minore, come testimoniano le numerose traduzioni apparse fin dal primo Novecento, e dovute spesso a firme illustri, da Corrado Alvaro (1920) a Clemente Rebora (1922), a Tommaso Landolfi (1941).
Il racconto, redatto durante il soggiorno romano di Gogol’, tra il 1839 e il 1841, offre uno spaccato inquietante della Pietroburgo di Nicola I, oppressa dall’elefantica macchina burocratica zarista, oltreché da un clima impietoso. Qui, spende la sua grigia e monotona esistenza Akakij Akakievič, un modesto impiegato che ricopre l’umile incarico di scrivano in un anonimo dipartimento ministeriale. Finché un giorno la sofferta decisione di acquistare una mantella nuova – la vecchia è talmente lisa da risultare ormai inutilizzabile – non innesca una serie di eventi incontrollabili, destinati a sconvolgerne la vita e a precipitarla in tragedia, in un drammatico e imprevedibile finale.
Il volume è arricchito da una penetrante Introduzione di Cesare G. De Michelis – che apporta numerosi elementi nuovi di valutazione critica, tra i quali, particolarmente importanti, insospettati collegamenti con l’antica letteratura religiosa russa –; e da una Nota del Traduttore di Nicoletta Marcialis, dove sono discussi i criteri linguistici che hanno guidato la traduzione – condotta sull’edizione critica del testo russo – e ispirato la scelta dell’inedito titolo. In Appendice, per la prima volta in italiano, abbozzi e frammenti precedenti alla stesura del racconto.