Tommaso Sassetti

Il massacro di San Bartolomeo

7,00

Esaurito

Nella notte tra il 23 e il 24 agosto 1572 – la famigerata “notte di san Bartolomeo” – venne compiuto a Parigi uno dei delitti più efferati e sconvolgenti che la storia francese ricordi: il massacro di oltre tremila ugonotti, ordinato – pare – dal re Carlo IX e da Caterina de’ Medici. Senza alcuna pietà, uomini, donne e bambini vennero sorpresi nei loro letti e trucidati, mentre ovunque nella città si moltiplicavano stupri, saccheggi, incendi e devastazioni.
L’eccezionale documento che qui si offre, in prima edizione italiana, venne redatto pochi giorni dopo il massacro, tra il 9 e il 13 settembre, da Tommaso Sassetti (soldato, avventuriero, nonché agente dello spionaggio inglese a Parigi) sulla scorta di testimonianze raccolte “sul campo”. Con la maggior obiettività possibile, egli cerca di ricostruire l’esatto svolgersi degli eventi, allo scopo precipuo di spiegare le cause politiche e sociali del «gran macello», individuarne i mandanti, capire se vi fu o meno pianificazione.
Sono riportate a piè di pagina le postille di Giacomo Castelvetro (contemporaneo del Sassetti e possessore del manoscritto), nonché il Parer anonimo sul resoconto, forse di mano dello stesso Castelvetro.