Mario Castelnuovo

Il badante di Che Guevara

12,00

TRA AMORE E POLITICA, SOGNI E BISOGNI, ORIENTE E OCCIDENTE: DUE UOMINI, DUE GENERAZIONI E DUE MONDI A CONFRONTO IN UN ROMANZO VIVACE, PUNGENTE, POETICO. Un anziano senatore comunista e il suo giovane badante extracomunitario sono i protagonisti di questo romanzo d’esordio: due uomini fortemente diversi, alle prese con le proprie apprensioni materiali e morali, uniti da un destino comune. Il vecchio senatore, costretto su una sedia a rotelle ma perfettamente lucido, è attaccato alla vita con rocciosa e cinica passione. Ormai disilluso, assuefatto ai privilegi della sua carriera politica e della sua classe sociale, appare ben poco comunista agli occhi di Drogo, il giovane straniero, idealista e impetuoso che malvolentieri lo assiste in tutto, soprannominato così per sarcastica analogia col dolente protagonista del Deserto dei Tartari di Dino Buzzati. Ma anche Drogo vive le sue contraddizioni: innamorato di due donne, Maria (la bruna, mediterranea e passionale) e Daria (la bionda, glaciale e pudica), con candore ammette di volerle entrambe, perché si ha bisogno sia del giorno che della notte, e sogna con loro un futuro di eccentrica normalità. Con uno stile brioso e pungente spesso connotato da ironico distacco e percorso a tratti da un lirismo lieve, Mario Castelnuovo racconta il difficile confronto intergenerazionale all’interno di una cultura politica che fa i conti con le complessità della globalizzazione, attraverso due personaggi in crisi con la propria identità e con i simboli che vorrebbero rappresentarla.

Mario Castelnuovo

Mario Castelnuovo è nato a oma ed è un esponente storico dell canzone d’autore. Ha al suo attivo un’intensa attività concertistica e discografica anche come autore per altri artisti. Questo è il suo primo romanzo.