Bruna Bianchi
Nella terra di nessuno. Uomini e donne di nazionalità nemica nella Grande guerra
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

Edward Moore
Studi su Dante

AA.VV.
Dante poeta e italiano «legato con amore in un volume». Manoscritti e antiche stampe della Raccolta di Livio Ambrogio. Catalogo della Mostra di Roma, Palazzo Incontro, 21 giugno-31 luglio 2011

AA.VV.
Lectura Dantis Romana, Cento canti per cento anni, II. Purgatorio, to. 2. Canti XVIII-XXXIII


Tutti i libri in offerta >>

L'autore. Bruna Bianchi insegna Storia del pensiero politico contemporaneo e Storia delle donne e questioni di genere all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Studiosa della Grande guerra, del lavoro minorile e femminile, del pensiero pacifista e femminista, dal 2004 dirige la rivista telematica « DEP. Deportate, esuli, profughe ».



Mosaici - 4, pp. 272, con 4 tavole f.t.
novembre 2017
Soggetto
Storia contemporanea. Ricerca storica
Filosofia, pensiero politico, religione. Saggistica storica e critica
ISBN. 978-88-6973-232-4[]]

€ 16,00
 

Ebook:

 
€ 10,99

 


L'opera. Sin dai primi giorni dell’agosto 1914, in gran parte dei paesi belligeranti, iniziò un traumatico processo di sradicamento di individui e comunità di nazionalità nemica dagli esiti irreversibili. La violenza xenofoba, fomentata dalla propaganda e dalla cosiddetta « febbre delle spie », raggiunse il culmine nel maggio 1915 in seguito all’affondamento del Lusitania e da allora si inasprirono i provvedimenti nei confronti dei cittadini di nazionalità nemica: internamento, sequestro dei beni, denazionalizzazione. Eppure questi processi violenti non riuscirono a distruggere il rispetto per i diritti e le libertà individuali. Non mancarono, infatti, coloro che si adoperarono per l’organizzazione degli aiuti, cercarono di salvaguardare i diritti umani, denunciarono le distorsioni dell’ordinamento giuridico, tennero vivi i valori dell’internazionalismo e della solidarietà.

 

   

Università Contatti Uffici operativi