SALIERNO VITO
D'ANNUNZIO E I SAVOIA
 
I tuoi acquisti
Non ci sono libri in acquisto  
 
Rassegna stampa relativa al volume

04/11/2006 - "Tempo", Edizione Abruzzo
Leggi l'articolo >>

 

27/10/2006 - Centro
Leggi l'articolo >>

 

19/08/2006 - «Il Giornale»
Leggi l'articolo >>

 
Tutta la rassegna stampa dell'opera>>

Registrati per ricevere la Newsletter
Offerte

AA.VV.
Lectura Dantis Romana, Cento canti per cento anni, II. Purgatorio, to. 1. Canti I-XVII

AA.VV.
Lectura Dantis Romana, Cento canti per cento anni, voll. I-III

CESARI ANTONIO
Bellezze della ‘Commedia’ di Dante Alighieri


Tutti i libri in offerta >>

L'autore. Vito Salerno si occupa dell’opera dannunziana da oltre quarant’anni. Tra i volumi pubblicati: D’Annunzio e i suoi editori (Milano 1987); D’Annunzio e Mussolini. Storia di una cordiale inimicizia (Milano 1988); Per questa stessa collana: Lettere a Nietta



Faville - 36, pp. 236
giugno 2006
Soggetto
Letteratura italiana II. Otto e Novecento. Saggi
Storia contemporanea. Ricerca storica
ISBN. 978-88-8402-533-3

€ 14,00
 

L'opera. Parecchi e di varia natura sono stati gli incontri di persona e soprattutto epistolari di Gabriele D’Annunzio con i Savoia: il re Vittorio Emanuele III, il principe ereditario Umberto, il duca Emanuele Filiberto d’Aosta. Tralasciando quelli protocollari e di circostanza, quale la consegna della Croce dell’Ordine Militare di Savoia al fronte, due furono gli incontri significativi tra il poeta e il re: nel maggio 1915 alla vigilia della prima guerra mondiale e nel 1919 durante la crisi politica che precedette l’impresa fiumana. Importanti gli incontri con il duca d’Aosta: militari prima, camerateschi poi, infine amichevoli. In particolare, tra il giugno e l’ottobre 1919, in una lettera inedita del poeta al duca si parlò di una marcia su Roma con la complicità sottintesa di Emanuele Filiberto pronto a sostituire sul trono il cugino Vittorio Emanuele.

 

   

Università Contatti Uffici operativi